Omaggio a Emilio Motta a 100 anni dalla sua morte (1855 - 1920)

Il Comune di Roveredo rende omaggio - a 100 anni dalla morte - a Emilio Motta (Bellinzona, 24.10.1855 – Roveredo GR, 18.11.1920), grande uomo di cultura e protagonista del lavoro di riordino degli archivi del Moesano nei primi anni del Novecento.

Già membro della Società storica svizzera e successivamente di quella comense e lombarda, fu il fondatore del «Bollettino storico della Svizzera italiana». Nel Moesano – luogo che amava e in cui decise di passare gli ultimi giorni della sua vita - fu incaricato dal Cantone del riordino dei diversi archivi comunali, lavoro che svolse dal 1902 al 1906.

Il Comune di Roveredo, da cui proveniva parte della sua famiglia e in cui è scomparso il 18 novembre 1920, desidera oggi rendergli degno omaggio, ricordando in particolare l’immenso lavoro da lui svolto, che ha permesso agli storici e agli appassionati di avere accesso a documenti di grande importanza per lo studio del passato della nostra regione.

Iscriviti alla Newsletter

Accetto le condizioni riguardo Privacy e Termini di Utilizzo

Utilizzando il portale accetti il nostro uso dei cookie e trattamento dei dati personali, per una migliore esperienza di navigazione.